© All rights reserved. Powered by YOOtheme.

arredi-monolitici-come-architetture-classiche

Arredi monolitici come architetture classiche

La collezione Komos nasce dalla collaborazione tra LATOxLATO e TerzaDimensione

Tavoli, consolle, coffee table e una serie di vasi dalle forme austere che richiamano l’architettura classica. Questi i complementi d’arredo costituiscono la collezione Komos, nata dalla collaborazione di studioLATOxLATO con TerzaDimensione, l’azienda italiana specializzata in grandi lastre ceramiche. Giocando con le forme dei piani e gli accostamenti di colore e finiture, marmo e tinta unita, la linea – disegnata dagli architetti Francesco Breganze de Capnist e Virginia Valentini – offre un ampio ventaglio di combinazioni estetiche.

Progettare Komos per TerzaDimensione è stato molto stimolante. Amiamo sperimentare e, trovandoci di fronte a un materiale bidimensionale nato per i rivestimenti, ci siamo messi in gioco, dando forma a una serie di tavoli volutamente imponenti

Francesco Breganze de Capnist e Virginia Valentini

Tavoli in ceramica: Komos è la collezione che unisce forza e personalità

La collezione concretizza l’intento dei due designer di plasmare oggetti d’arredo tridimensionali e monolitici, a partire dalla bidimensionalità delle lastre in ceramica. Il loro stile anticonvenzionale e le competenze tecniche di TerzaDimensione si traducono in una serie di oggetti d’arredo dalla presenza ieratica e solenne. Pezzo principale della collezione è il tavolo, che nella visione di Francesco e Valentina assume una doppia valenza: oggetto imponente e composto, ma allo stesso tempo fulcro magnetico del convivio.

Leggi anche: Una fragranza di lusso vibrante e ambrata

Il richiamo all’architettura classica, sempre proiettata in una visione contemporanea, è il fil rouge di tutti i progetti. Come si vede nella base dei tavoli Komos: un’architettura piramidale che sembra scolpita nella pietra. Mentre l’elemento in metallo che connette la base al piano ricorda la modalità costruttiva delle colonne greche, in cui le diverse porzioni erano unite da un perno centrale. Oggetti dal design semplice ma dall’identità dirompente che contribuiranno a donare personalità agli spazi domestici.

 Foto: Ufficio stampa

Leggi anche: La ceramica diventa protagonista dell’outdor 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top