croccanti-gamberi-in-pasta-kataifi-d’ispirazione-mediorientale

Croccanti gamberi in pasta kataifi d’ispirazione mediorientale

Gamberi in pasta kataifi

Gamberi in pasta kataifi, un antipasto sfizioso e particolare di ispirazione mediorientale da servire in occasione di una cena di pesce.

La ricetta di oggi è quella per preparare i gamberi in pasta kataifi, perfetti come antipasto o come secondo piatto. La pasta kataifi, simile a spaghetti fini, è conosciuta anche come konafah, knafej o kadaif, ed è una pasta a base di farina e acqua tipica della cucina del medio oriente e della Grecia. Il suo gusto neutro la rende adatta a moltissime preparazioni, sia dolci che salate. In Grecia, ad esempio, viene utilizzata nella preparazione di un dolce che porta lo stesso nome e preparato con burro, zucchero, noci e uova con sciroppo di cannella e miele. Provatela per dare un tocco di croccantezza ai vostri piatti!

Gamberi in pasta kataifi
Gamberi in pasta kataifi

Preparazione dei gamberi con pasta kataifi

  1. Per preparare i gamberi avvolti nella pasta kataifi iniziate sgusciando i gamberi facendo attenzione a non rompere le code.
  2. Con un coltellino effettuate una leggera incisione sul dorso dei gamberi in modo da estrarre il budellino nero dell’intestino. Proseguite in questo modo fino a pulire tutte le code.
  3. Condite le code dei gamberi con sale e pepe poi avvolgete ogni gambero in pasta kataifi.
  4. Dopo aver avvolto tutte le code scaldate l’olio per friggere in una padella dai bordi alti.
  5. Friggete un po’ alla volta e raggiunta la giusta doratura da entrambi i lati scolateli e fateli sgocciolare su carta assorbente da cucina.
  6. Servite i gamberi in pasta kataifi con salsa agrodolce o salsa di soia in base al vostro gusto. Buon appetito!

Se vi piace la pasta fillo, base per la kataifi, potete provare la nostra ricetta per farla in casa, non ve ne pentirete!

Conservazione

Questa preparazione, essendo fritta, va consumata al momento quando la pasta e il gambero sono ancora caldi e croccanti. Sconsigliamo quindi la conservazione in frigo e anche quella in freezer.


Redazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor ipsum dolor sit amet. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequis enim.



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top