Dior e Burberry: dalla lotta alla deforestazione alle emissioni zero passando per le sfilate

Posted On By admin
dior-e-burberry:-dalla-lotta-alla-deforestazione-alle-emissioni-zero-passando-per-le-sfilate

Due brand che da sempre ispirano ed orientano le mode hanno stupito con due sfilate decisamente “green”

Le ultime sfilate come le abbiamo sempre conosciute, prima del lockdown che ha rivoluzionato ogni nostra abitudine, sono state quelle di presentazione delle collezioni primavera estate 2020.

In quell’occasione due brand si sono fatti notare non solo per stoffe, tagli e colori degli abiti proposti ma anche per i messaggi green che hanno caratterizzato fortemente quelle passerelle.

Partiamo da un marchio il cui nome è da sempre sinonimo di eleganza, stile ma anche grande attenzione a ciò che ci circonda: Dior.

Maria Grazia Chiuri, stilista di Dior e anche artefice della virata green dal marchio, ha ambientato la sfilata in un vero e proprio bosco con ben 164 arbusti, tutti ripiantati in varie aree di Parigi per dare un messaggio forte contro la deforestazione, nell’ambito del progetto #PlantingForTheFuture.

Altra sfilata che ha fatto molto parlare e non solo di abiti ed accessori è stata quella di Burberry; anche in questo caso l’artefice della “virata eco” è dovuta a Tisci, nuova guida del brand, che oltre ad aver abbandonato definitivamente l’uso di pellicce, per la sfilata primavera estate 2020 ha creato una location ed un evento a totale emissioni zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *