Gucci: la rivoluzione ecosostenibile

Posted On By admin
gucci:-la-rivoluzione-ecosostenibile

Con la direzione artistica di Alessandro Michele il brand luxury è protagonista di un’intensa svolta “verde”

Se pensiamo a Gucci non possono che venirci in mente capi bellissimi, sempre originali e ricchi di stravaganze tra cui capeggiavano fino a poco fa oggetti come i mocassini di pelo di canguro.

Da Gennaio 2015 la direzione creativa di Gucci è stata affidata allo stilista Alessandro Michele che, oltre ad aver accresciuto il successo del brand luxury, ha anche fortemente orientato la maison verso un’immagine più “green ed ecosostenibile”.

VOGUE Gucci Equilibrium - credit photo Vogue

Nel concreto, non solo Alessandro Michele ha abbandonato definitivamente l’uso di pellicce per le creazioni Gucci ma ha gestito con successo un sistema di compensazione di tutte le emissioni di gas serra generate dai processi di produzione e distribuzione.

Anche per quanto riguarda la comunicazione, Gucci ha deciso di rendere il suo messaggio di ecosostenibilità uno dei cardini della vision aziendale; dal 2019 è stato lanciato Gucci Equilibrium, un portale interamente dedicato a fornire aggiornamenti sulle iniziative di impegno ambientale della casa di moda.

world economic forum

Tutti questi sforzi hanno portato ad un risultato importante: grazie ai dati di Corporate Knights, Gucci è stata dichiarata la corporation più sostenibile al mondo in ambito fashion in occasione del World Economic Forum di Davos.

Serena Poma

Serena Poma

Da sempre giornalista, amo trasformare ciò che succede nel mondo in frasi e righe che possano accompagnare il lettore “dentro la notizia” e portarlo con me ad esplorare ciò che succede attraverso la lettura di un articolo.
Le mie esperienze professionali mi hanno portata a conoscere nello specifico l’unione di due mondi apparentemente inconciliabili: il luxury e l’ecosostenibilità. Accompagnare le aziende in questa direzione ricoprendo il ruolo di responsabile comunicazione ed organizzazione eventi mi ha resa sempre più consapevole che, soprattutto oggi, il rispetto per noi e per le risorse del nostro pianeta sono il punto di partenza per poter creare vero valore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *