il-ristorante-con-l’orto:-la-svolta-green-degli-chef

Il ristorante con l’orto: la svolta green degli chef

La cucina autenticamente sana arriva direttamente dall’orto

Sostenibilità, biodiversità e km zero son i termini più serviti sulla tavola della cucina contemporanea. Sempre più numerosi sono gli chef che sposano l’etica green per combattere gli sprechi alimentari e offrire piatti dal sapore unico e fresco. Tutto questo utilizzando materie prime di stagione appena raccolte, meglio ancora se a pochi passi dal loro ristorante. Ed ecco quindi che il buon vecchio orto diventa la nuova frontiera della gastronomia. Così lo Chef stellato Massimo Spigaroli a Polesine Parmense, incanta occhi e palati con suo orto-giardino, all’ingresso dell’Antica Corte Pallavicina (un castello del 1300). Qui si coltivano ortaggi, piante aromatiche e frutta, ingredienti del suo menù mastro-fluviale. 

Ristoranti con cucina salutare: alla ricerca dell’autenticità

Spostandoci in terra sicula, il Baglio Occhipinti è il punto di partenza per esplorare il territorio ragusano, ma anche un luogo fatto per scoprire se stessi ad un ritmo speciale: quello della natura, della luna, delle vigne, dei campi di grano antico di Tumminia, di un orto in cui è radicata la filosofia di una cucina autenticamente sana. Il talentoso David Cattoi, Executive Chef del Re della Busa e del Bistrot Tremani al Lido Palace di Riva del Garda, ha come punto fermo la ricerca della qualità che l’ha portato ad esplorare le aziende locali e stringere collaborazioni nel segno dell’eccellenza della materia prima. La carta è in effetti un autentico trionfo del territorio: dalle carni alla frutta, tutto rispecchia l’idea di trasmettere il sapore e il gusto di un fare tipico e memorabile.

Leggi anche: Quattro vini d’eccellenza che accompagnano verso l’autunno

Nel grande giardino dell’hotel, lo chef coltiva un rigoglioso orto con le erbe aromatiche tra cui spicca la sua “ossessione”: la maggiorana. In Val D’Ega, al Biohotel Steineggerhof di Collepietra, la cucina è creativa, vicina alla natura, colorata e sana, e ha una particolare attenzione ai piatti vegetariani-vegani. Oltre 50 erbe e verdure fresche vengono coltivate. La padrona di casa all’Hotel Pfösl di Nova Ponente (BZ), propone una cucina naturale, ricavando le materie prime dai propri orti. Brigitte è anche esperta erborista e lei stessa ha creato diversi giardini alle erbe e orti rialzati. Uno dei tanti “Pane&Sale“, con piante che vengono usate nella lavorazione del pane.  Questi sono solo alcuni dei tantissimi chef che hanno deciso di donare freschezza e naturalezza ai loro piatti per far vivere al cliente un’esperienza unica e rigenerante.

 

L’articolo Il ristorante con l’orto: la svolta green degli chef proviene da LUXURY prêt-à-porter.


Redazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor ipsum dolor sit amet. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequis enim.



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top