In 25 anni abbiamo perso metà della Grande barriera corallina

in-25-anni-abbiamo-perso-meta-della-grande-barriera-corallina

Secondo i ricercatori dell’ARC Centre of Excellence for Coral Reef Studies di Queensland, in Australia, più di metà della Grande barriera corallina è stata spazzata via dal 1995 a oggi.

La Grande barriera corallina australiana è il sistema di coralli più grande al mondo. Lunga 2.300 chilometri e popolata da coralli di ogni tipo e altra fauna marina, nel 1981 è stata inserita nel Patrimonio mondiale dell’Unesco in quanto sito di estrema importanza scientifica.

grande barriera corallina australia

Negli ultimi anni, tuttavia, il numero delle colonie di coralli presenti nella barriera è precipitato, soprattutto a causa di due sbiancamenti consecutivi nel 2016 e nel 2017, responsabili della morte di due terzi della barriera.

australian reef sbiancamento coralli

Si verificano episodi di sbiancamento quando i coralli, sottoposti a forte stress, allontanano le zooxantelle, le alghe simbiotiche all’origine dei loro colori. Il fenomeno sarebbe dovuto al cambiamento climatico e al conseguente surriscaldamento delle acque, considerato che dall’era pre-industriale a oggi si è registrato un aumento delle temperature globali di 1°C.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B rivela che, dopo un ulteriore episodio di sbiancamento di massa lo scorso marzo (il terzo in cinque anni), l’Australia ha perso più di metà dei coralli della Grande barriera, ma la conta dei danni è ancora aperta. Gli scienziati del centro di Queensland hanno analizzato le diverse specie ospitate dalla barriera dal 1995 al 2017, studiandone condizioni e dimensioni. I risultati mostrano una riduzione della popolazione del 50% per tutte le specie, soprattutto per quella nota come Acropora florida e per i cosiddetti “coralli tavola”, entrambi di importanza strutturale e ricchi di fauna marina.

Great Barrier Reef Mass Coral Bleaching Event
The Reef is experiencing its second major bleaching event in 2 years. In March 2017, Greenpeace Australia Pacific is bearing witness to this tragedy and calling on Governments everywhere to take action against coal.

I coralli riescono generalmente a rigenerarsi da sé alla normalizzazione delle condizioni, benché il processo possa richiedere anni, eppure le colonie colpite nella barriera australiana non sembrano in grado di riprendersi, a causa della significativa riduzione sia di esemplari appena nati che di adulti capaci di riprodursi. Nemmeno le dimensioni della barriera, che è la più grande al mondo, sono servite a proteggerla dalla distruzione a cui sta andando incontro.

Great Barrier Reef Mass Coral Bleaching Event

Tanto i ricercatori che hanno preso parte allo studio quando le Nazioni Unite hanno ribadito che non è più possibile aspettare. Se non si arriverà rapidamente a una riduzione significativa delle emissioni di gas serra e l’aumento delle temperature raggiungerà 1,5°C, tutti gli esemplari di corallo al mondo saranno spazzati via.