la-rivincita-di-johnny-depp:-la-ex-amber-heard-sara-processata-per-diffamazione

La rivincita di Johnny Depp: la ex Amber Heard sarà processata per diffamazione

Dopo un periodo buio, la luce in fondo al tunnel comincia a vedersi: Johnny Depp ha vinto una delle battaglie contro l’ex moglie Amber Heard. Un giudice ha dato il via libera alla causa di diffamazione iniziata dall’attore contro l’ex moglie nel 2018 e avrà inizio ad aprile 2022. Le infamanti accuse mosse dall’attrice hanno tolto al divo di Hollywood la possibilità di continuare a lavorare in grandi progetti. Tolti i ruoli di Jack Sparrow nei “Pirati dei Caraibi” e la parte di Grindelwald in “Animali Fantastici 3“. Anche il suo film, “Minamata“, non è stato distribuito negli Stati Uniti dalla casa di produzione cinematografica Mgm. In un’intervista al Sunday Times, Johnny Depp ha espresso il suo disappunto vero Hollywood, mondo che secondo starebbe cercando di boicottare la sua pellicola presentato alla Berlinale nel 2020. Il motivo? Secondo l’attore è sicuramente la vita privata e le accuse mosse dalla ex moglie.

Una battaglia vinta nella grande guerra contro Amber Heard

La guerra infernale però Johnny Depp non la combatte solo contro l’ex moglie ma anche contro alcuni giornali. Nel novembre 2020 infatti l’attore ha intentato la causa contro il Sun che lo ha ritratto come un “picchiatore di mogli”, ribadendo come l’attore avesse picchiato più volte l’ex moglie. In quel caso però il giudice aveva dato ragione al quotidiano britannico perché le prove fornite dalla difesa confermavano che la star “ha effettivamente picchiato Amber Heard in almeno 12 delle 14 occasioni” dichiarate dalla donna.

Prima però, nel 2018 negli States, Depp ha infatti intentato una causa per diffamazione per 50 milioni di dollari contro Amber Heard in merito all’articolo pubblicato dal Washington Post da cui poi tutto è cominciato. Nella lettera aperta scritta per il quotidiano americano intitolata “Amber Heard: Ho parlato di violenza sessuale e ho fatto i conti con l’ira della nostra cultura. Serve un cambiamento”, l’attrice sosteneva di essere diventata “una figura pubblica vittima di abuso domestico”. 

Lo scorso aprile, i legali di Amber Heard, convinti di vincere come in Gran Bretagna, hanno chiesto alla corte americana di riconoscere il verdetto e archiviare il caso, facendo cadere tutte le accuse verso l’attrice. Ma la giudice della contea di Fairfax in Virginia, Penney Azcarate, non è stata d’accordo su questo. Come riportato da Deadline, la richiesta di annullare il processo contro l’attrice è stata respinta. Il motivo? Le due cause non sono paragonabili e non possono essere messe sullo stesso piano. Il processo inizierà il prossimo aprile 2022.

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOMEPAGE

Letture: 67


Redazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor ipsum dolor sit amet. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequis enim.

Lascia un commento



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top