Moncler lancia “Born to Protect” il suo piano di responsabilità sociale e ambientale

moncler-lancia-“born-to-protect”-il-suo-piano-di-responsabilita-sociale-e-ambientale

Moncler si impegna ad attuare progetti “ad alto valore sociale a favore della collettività” e a proteggere dal freddo 100mila bambini e famiglie in situazioni di vulnerabilità.

moncler born to- protect

Lo si legge in una nota in cui viene indicato che l’iniziativa si inserisce in un piano, denominato ‘Born to Protect’ (nati per proteggere, ndr), che vede la responsabilità ambientale e sociale “sempre più come parte integrante del modello di business”.

Con il piano Moncler si concentra su “cambiamenti climatici, economia circolare, catena di fornitura responsabile, valorizzazione della diversità e supporto alle comunità locali”.

Il mondo

commenta il presidente e amministratore delegato Remo Ruffini

sta affrontando sfide ambientali e sociali sempre più urgenti unite ad un’emergenza sanitaria che ora più che mai ci ricorda che i risultati raggiunti oggi non possono e non devono bastare per domani.

Per essere all’altezza di queste sfide come individui, organizzazioni e aziende

prosegue Ruffini

è necessario mettere in campo energie straordinarie, quelle che si generano solo quando le persone si uniscono verso obiettivi comuni

A suo avviso “è tempo di sperimentare nuovi approcci, nuovi modi di lavorare e nuove azioni per cercare soluzioni anche laddove non avremmo pensato di poterle trovare e in Moncler vogliamo affrontare queste sfide con umiltà ed ambizione, senza mai smettere di cercare, senza mai stancarsi di fare meglio, sapendo che anche piccoli passi portano a grandi risultati”.

Con Moncler Born to Protect

conclude

rinnoviamo il nostro impegno di tutti i giorni a proteggere il presente e il domani di tutti

Editorial

Editorial

Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a
passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and
with the world.