non-c’e-autunno-senza-il-risotto-alle-castagne

Non c’è autunno senza il risotto alle castagne

Risotto alle castagne

Il risotto alle castagne racchiude tutti i profumi e i sapori dell’autunno. Ecco come lo prepariamo noi con una ricetta semplice ma gustosa.

Tra i primi piatti autunnali ce n’è uno perfetto davvero per tutte le occasioni, dalle più formali alle più conviviali: il risotto alle castagne. Nella sua versione più semplice, mantecato con giusto un poco di burro e parmigiano, oppure in una più ricca con gorgonzola, mascarpone o roquefort, è davvero delizioso.

Come sempre dovrete usare tutte le accortezze di un risotto per prepararlo: aggiungere brodo poco per volta, scegliere un buon riso e infine non perderlo mai di vista. Vedrete che il riso con castagne non è poi molto diverso da altre ricette di questo tipo!

Risotto alle castagne
Risotto alle castagne

Come preparare la ricetta del risotto con castagne

  1. Per prima cosa assicuratevi di avere delle castagne cotte. Si trovano già lesse al supermercato ma in alternativa le potete preparare voi stessi. Rimuovete la buccia con un coltellino e lessatele in acqua leggermente salata per 40 minuti. A questo punto rimuovere la pellicina – dovrebbe risultare semplice – e le vostre castagne lesse sono pronte per essere utilizzate.
  2. Tritate finemente la cipolla e rosolatela nell’olio extravergine di oliva aggiungendo anche un pizzico di sale.
  3. Unite il riso e tostatelo un paio di minuti prima di cominciare la cottura vera e propria.
  4. Copritelo a filo con il bordo bollente e non appena inizia a bollire regolate la fiamma in modo che sobbolla appena.
  5. Circa a metà cottura (a seconda della varietà di riso ci vorranno dai 16 ai 20 minuti), unite le castagne tritate grossolanamente al coltello.
  6. A cottura ultimata, fuori dal fuoco, mantecate con il burro e il parmigiano e servite.

In alternativa, potete mantecare con 60 g di formaggio a piacere. Sono ottimi quelli citati in precedenza ossia il gorgonzola, il mascarpone e il roquefort. Inoltre, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nostri primi piatti veloci: troverete altre gustose idee!

Conservazione

Il risotto alle castagne, come tutti i risotti, andrebbe mangiato al momento. Se vi dovesse avanzare, potete conservarlo in frigorifero, in un contenitore ermetico, e riscaldarlo in padella o al microonde prima di consumarlo.


Redazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor ipsum dolor sit amet. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequis enim.



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top