pizza-pazzi,-interamente-preparata-dai-robot

Pizza Pazzi, interamente preparata dai robot

Pizza in cottura

Sembra incredibile eppure è così: a Parigi nella pizzeria Pazzi tutte le fasi di preparazione della pizza sono gestite dai robot.

Ha aperto in estate a Parigi, dopo 8 mesi di lavoro intenso e sperimentazioni, la prima pizzeria interamente gestita dai robot. È la pizzeria Pazzi di Thierry Graffagnino, insignito ben tre volte di premi internazionali legati alla celebre arte bianca. Secondo la sua filosofia, oltre alla pizza napoletana, a quella romana e a quella siciliana, è arrivato il momento di inaugurare la pizza Pazzi preparata dai robot. Ma come funziona questo locale?

Pizza in cottura
Pizza in cottura

Robot pizzaiolo: ecco cosa succede alla pizzeria Pazzi

In un’epoca dove con lo smartphone puoi avere tutto a portata di click, l’idea di aprire un locale dove tutti i passaggi per la preparazione della pizza venissero svolti dai robot non è poi così assurda. Ma un po’ spaventa che la sapienza e la maestria dei pizzaioli possa essere rimpiazzata da automi.

Eppure, assicurano i proprietari, i robot sono in grado di gestire ancor meglio l’impasto. Il processo, interamente automatizzato, prende avvio dalla stesura del panetto con una pressa. Si aggiungono poi la salsa di pomodoro, la mozzarella e tutti gli altri ingredienti richiesti dal cliente. La preparazione non richiede più di 45 secondi per essere completata.

Segue la cottura in forno, che può cuocere contemporaneamente fino a sei pizze, il taglio e l’inscatolamento. Le pizze pronte, calde e fumanti, vengono collocate in un armadietto, pronte per essere ritirate dai clienti. I prezzi non sono eccessivi, a loro dire, e vanno dai 6 ai 13.50 euro.

Tutto questo avviene dopo che il sistema ha elaborato il vostro ordine che può arrivare o via smartphone oppure tramite i totem posti nel locale.

Cosa succederà alla pizzeria Pazzi

Difficile dire se la pizza preparata dai robot riuscirà a sostituire quella tradizionale. Forse in Francia, dove la cultura per questo cibo non è poi così radicata, è possibile. In Italia si spera che questo non avverrà mai. Tuttavia automatizzare i processi sembra essere il nuovo trend e ne avevamo già parlato con il food delivery di Domino’s Pizza. Ora non ci resta che attendere, nel frattempo ordiniamo una pizza alla maniera classica, che è meglio!


Redazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor ipsum dolor sit amet. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequis enim.



© All rights reserved. Powered by YOOtheme.
Back to Top