Gallery Weekend, le mete dell’arte per per organizzare un weekend di fine estate

Un magnifico settembre d’arte all’insegna dei gallery weekend, appuntamenti ormai imperdibili per gli appassionati di arte contemporanea. Occasione perfetta per un ultimo viaggio in attesa di una nuova stagione di mostre.

Occasione stimolante per i collezionisti e art lovers, i gallery weekend offrono un vasto programma di mostre in galleria e di eventi che coinvolgono le principali istituzioni d’arte pubbliche e private.

Si comincia il 3 settembre a Bruxelles con 38 gallerie aperte, un fitto calendario di eventi collaterali e la speciale iniziativa Generation Brussels curata da Evelyn Simons.

L’intero programma è consultabile sul sito web di Brussels Gallery Weekend, potenziato affinché il pubblico possa prenotare l’ingresso oppure visitare le gallerie comodamente da casa.

Dato il contesto attuale, organizzare il nostro evento è stata una vera sfida

racconta Sybille du Roy de Blicquy, direttore di Brussels Gallery Weekend.

È grazie a una grande collaborazione, e all’enorme incoraggiamento e fiducia riposti in noi dai nostri partner pubblici e privati, che il Brussels Gallery Weekend può avere luogo quest’anno. Siamo felicissimi, e questo dimostra ancora una volta quanto sia dinamico e resiliente il settore dell’arte contemporanea. Mi auguro che anche il pubblico ci confermi la sua fiducia

Il 4 settembre, dalle 11 del mattino alle 10 di sera, sarà la giornata delle preview delle circa cinquanta gallerie di DC Open, il gallery weekend organizzato congiuntamente dalle gallerie di Düsseldorf e Colonia. Per ogni galleria sarà attiva anche una viewing room.

DC Open è alla sua dodicesima edizione e ha fortemente contribuito a eleggere la Renania una delle regioni tedesche più interessanti per l’arte contemporanea grazia alla comunità artistica a cui tutti, pubblici e privati, contribuiscono. Per importanza è seconda solo a Berlino, città dove il format dei gallery weekend è nato nel 2004. Quest’anno Gallery Weekend Berlin si terrà dall’11 al 13 settembre in concomitanza con Apertura Madrid Gallery Weekend, organizzato dall’associazione Arte_Madrid.

Apertura festeggia la sua  edizione 10 1 e inizia questo primo anno del secondo decennio con l’avvicinamento a altri settori della creazione contemporanea. Infatti, l’edizione 2020 promuove collaborazioni con altre discipline come ad esempio la danza.

Sempre nello stesso weekend si potrà scegliere di andare a Zurigo. Zurich Art Weekend, che tradizionalmente precede l’apertura di Art Basel, gode della collaborazione di prestigiosi istituti quali ETH Zurigo – la principale università di scienza e tecnologia della città –, ZHdK – l’Università delle arti di Zurigo –  e l’Ospedale universitario. Dal 2019 Zurich Art Weekend è gemellato con Gallery Weekend Beijing grazie al patrocinio del diplomatico e collezionista d’arte Uli Sigg. La partnership con Pechino consente uno scambio culturale che si concretizza in mostre, conferenze e tour che permettono di estendere l’impronta dell’arte contemporanea svizzera alla scena artistica globale.

Dal 17 al 20 settembre si torna in Spagna, dove si svolgerà Barcelona Gallery Weekend, ideato e promosso da Art Barcelona (Abe) in collaborazione con i Gremi de Galeries d’Art de Catalunya. Quest’anno l’evento coinvolgerà alcuni volti nuovi come la galleria Chiquita Room di recente apertura nel quartiere di Sant Antoni e H2O aperta nel distretto di Gràcia insieme alla più nota Galeria Cortina, che partecipa per la prima volta. Da segnalare gli itinerari per le famiglie organizzati dalla curatrice indipendente Alexandra Laudo, fondatrice della piattaforma Heroínas de la Cultura.